31 marzo 2014

Panini veloci con quark e mirtilli rossi




Non so se potrei vivere in un posto diverso da quello in cui vivo,  sono troppo abituata a passare il confine svizzero e fare il mio giretto settimanale alla Migros, una nota catena di supermercati svizzeri, riempire il  mio cestino di tutti quei prodotti che in Italia faccio fatica a trovare o li trovo solo in negozi specializzati. C'è un reparto dedicato alla pasticceria, per me un paradiso... perché trovo tutti i tipi immaginabili di frutta secca, che sinceramente in Italia non saprei neanche dove reperirli. E poi nel mio cestino non possono mancare i zwieback, delle fette biscottate con una consistenza diversa da quelle italiane, e formaggi come cottage cheese e il quark, formaggio simile ad uno yogurt greco.
Questo per dirvi che in Italia non so indicarvi dove potreste trovare il quark per questa ricetta, ma sono sicura che qualcuno di voi può aiutarmi...

I panini di oggi sono molto simili a degli scones, anche se li ho molto alleggeriti di grassi, questo grazie al quark, e li ho arricchiti con frutti rossi secchi e noci. Ottimi per la prima colazione o per una sana merenda.

     


Con queste dosi il mio impasto aveva una consistenza giusta, dipende dal quark, in caso contrario aggiungete farina o del latte.
INGREDIENTI: 100g di farina00, 100g di farina di riso, 50g di fecola di patate, 80g di zucchero di canna, 1/2 bustina di lievito per dolci, 150g di quark, 50g di mirtilli rossi secchi, 50g di noci sgusciate, 3 cucchiai di olio di girasole, un uovo, la scorza grattugiata di mezzo limone.

Mettete in una ciotola le farine con il lievito, lo zucchero, la scorza del limone, i mirtilli e le noci tritate grossolanamente. Aggiungete il quark, l'olio, l'uovo e impastate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Dividetelo in circa 10 parti, date una forma rotonda ai panini e sistemateli in una teglia rivestita da carta forno e mettete in forno caldo a 180° statico per 20-25 minuti, fino a quando saranno dorati.








28 marzo 2014

Patate saporite. Idea o ricetta?





Essendo questo spazio virtuale un modo per raccotarvi le mie ricette, un modo per prendere appunti e non perderli, almeno spero... vi scrivo anche quelle più semplici, ma che ovviamente hanno avuto una buona riuscita. E poi ci sono giorni in cui abbiamo bisogno più di idee che di ricette, qualcosa di veloce e poco impegnativo, che sia comunque sano e che ci soddisfi.
Direi che queste patate sono più un'idea che una ricetta. È un modo veloce per insaporire le patate usando le erbe aromatiche che più ci piacciono, paprica in abbondanza e pecorino.
Potete servirle abbinate a della carne o del formaggio, aggiungeteci della verdura e avrete un pasto completo.
Vi auguro un buon fine settimana.






INGREDIENTI per 4 mangioni: 1kg di patate, un mix di erbe aromatiche e spezie (io: prezzemolo, erba cipollina, aneto, aglio in polvere, abbondante paprica), 2 cucchiai di pecorino romano, sale, olio di oliva.


Lessate le patate e lasciatele intiepidire. Tagliatele a fette piuttosto spesse, io ho lasciato la buccia ma potete anche toglierla, e sistematele in una teglia rivestita da carta forno e oliata. In una ciotolina mescolate le erbe aromatiche con la paprica e l'aglio. Salate le patate e cospargetele con le erbe. Giratele e ripetete l'operazione. Finite con il pecorino e l'olio. Mettete in forno caldo a 190° ventilato per una decina di minuti.





26 marzo 2014

Crocchette di patate, agretti e stracchino





Questo è quello che succede quando si eccede nell'aquistare della verdura: due mazzi di agretti da cucinare cercando di proporli in modi diversi.  
Ecco che nasce la " focaccia di patate con agretti e pomodorini" che vi ho proposto QUI
E poi????
Delle crocchette? 
Ma sì! 
Quasi, quasi, ci aggiungo delle patate e stracchino.
Le vorrei... morbide, anzi direi cremose all'interno, e... croccanti fuori.
Ok, gli ingredienti e l'idea ci sono tutti. Non rimane che provare.
Sono riuscite?
Ma sì! 
Accompagnate da una fresca insalata ho risolto un pranzo ed ho accontentato le mie ragazze.



*****

INGREDIENTI: 500g di patate, 150g di agretti, 100g di crescenza, origano, un uovo, farina, pangrattato, sale, olio di oliva.

Lessate le patate e schiacciatele all'interno di una ciotola. Pulite gli agretti e lessateli. Tritateli grossolanamente ed uniteli alle patate insieme allo stracchino, l'origano e il sale. Lascite raffreddare completamente l'impasto, in caso mettetelo in frigorifero. Formate con il composto delle crocchette. Se dovesse essere troppo molle aggiungete del pangrattato. Sbattete l'uovo in una ciotolina e passate le crocchette: prima nella farina, poi nell'uovo ed in ultimo nel pangrattato. Mettete dell'olio in una padella antiaderente e fate cuocere le crocchette fino a quando sono dorate. Oppure potete sistemare le crocchette su di una teglia rivestita da carta forno, oliarle ed infornarle a 180° per 15-20 minuti a forno ventilato, devono essere dorate. 



24 marzo 2014

Brioches con yogurt alle pere





A chi non  piacciono le brioches, qualsiasi esse siano: croccantine, morbide, farcite, burrose o profumate.
Oggi vi propongo una brioches leggera, che grazie all'aggiunta dello yogurt è morbida e profumata, in questo caso di pere.
Io ho voluto finirle con una copertura di mandorle, ma sono ottime anche al naturale o farcite con confetture. Stranamente per una volta me ne sono avanzate due, ed ho potuto constatare che, conservate in un sacchetto di plastica per alimenti, rimangono morbide anche il giorno dopo.






INGREDIENTI:250g di farina 00, 250g di farina di manitoba, 40ml di olio di girasole, 125g di yogurt alle pere, 180ml di acqua tiepida, 30g di zucchero, una bustina di lievito di birra secco o un panetto fresco
Per la copertura: 50g di zucchero, 50g di mandorle tritate, un albume d'uovo piccolo


Mettete le farine, il lievito e lo zucchero in una ciotola capiente ( se usate il lievito fresco dovrete scioglierlo nell'acqua). Aggiungete lo yogurt, l'acqua, l'olio e mescolate fino ad ottenere un impasto liscio. Copritelo e lasciatelo lievitare per un'ora in un luogo caldo. 
Formate delle palle d' impasto di circa 80-90 g l'una e sistematele, distanziate l'una dall'altra perché lieviteranno,  in una teglia rivestita da carta forno e schiacciatele leggermente. Lasciatele lievitare per una trentina di minuti, sempre in un  luogo caldo. Mettete in forno caldo a 180°statico per 15 minuti. Nel frattempo in una ciotola mescolate lo zucchero con le mandorle e l'albume. Trascorsi i 15 minuti sfornate le brioches e spalmate sulla superficie un cucchiaino di composto di mandorle. Rimettete in forno per altri 5-8 minuti. 
Se preferite potete anche non fare la copertura, in questo caso dovrete cuocere le brioches per 20 minuti circa , e farcirle poi con confettura o mangiarle al naturale.
Conservatele in un sacchetto di plastica per alimenti, saranno morbide anche il giorno dopo. 




21 marzo 2014

Focaccia di patate con agretti e pomodorini




Ok, non sarà la focaccia più bella del mondo, ha un'aria così scapigliata.... non so se è il termine giusto per una focaccia, ma è questa l'impressione che mi da. Diciamo che l'idea è nata da un bel mazzo di agretti che, portato a casa, volevo cucinare in modo un po' diverso. Li ho lessati e ne ho ricavato due ricette. Casualmente in entrambe ho aggiunto come ingrediente le patate ( in questa focaccia le ho messe nell'impasto della base),  ma i risultati finali sono completamente diversi uno dall'altro.
Un buon fine settimana a tutti!!!





INGREDIENTI: 250g di farina00, 120g di patate lessate, 100ml di latte tiepido, una bustina di lievito di birra secco o 1/2 cubetto di lievito fresco, 2 cucchiaini di zucchero, sale.
Un piccolo mazzetto di agretti, 5-6 pomodorini a ciliegia, 150g di mozzarella di bufala, un cucchiaio di capperi dissalati, basilico, olio di oliva, sale.

Schiacciate le patate e mettetele in una ciotola con la farina , il lievito, lo zucchero e il sale. Unite il latte e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Copritelo e lascitelo lievitare per un'ora circa. Nel frattempo pulite gli agretti e lessateli. 
Stendete l'impasto alto 2cm circa, ricopritelo con gli agretti, i pomodorini tagliati a metà, i capperi e la mozzarella a pezzi piuttosto grossi. Finite con sale, origano e olio.
Accendete il forno a 180°ventilato. Quando sarà caldo infornate la focaccia per 20 minuti circa. 



19 marzo 2014

Torta con yogurt, fragole e pistacchi




Non trovate che i colori verde e rosso insieme donano allegria e freschezza? Se a quest'ultime aggiungiamo il profumo delle fragole e pochi altri ingredienti, ecco che nasce questa semplicissima torta, ricca di frutta, perfetta per una sana colazione o per una merenda.
Io come al solito l'ho assaggiata poco dopo averla sfornata, non si vede perché ho fotografato la parte intera della torta, e vi assicuro, era deliziosa....






INGREDIENTI:100g di farina00, 80g di farina integrale, 80g di zucchero di canna+20g per la copertura, 125g di yogurt al naturale, 120mldi latte, un uovo, una bustina di lievito per dolci, 400g di fragole, 2 cucchiai di granella di pistacchi.



In una ciotola mescolate lo zucchero con l'uovo. Aggiungete il latte e lo yogurt. Versate le farine con il lievito e mescolate il tutto. Versate il composto in una teglia rettangolare 26x22 rivestita da carta forno. Tagliate le fragole, che avrete pulito e lavato in precedenza, a pezzetti,e sistematele in modo sparso sull'impasto. Cospargetele con lo zucchero rimasto e la granella di pistacchi. Mettete in forno caldo a 180° statico per 25-30 minuti e per 3-4 con forno ventilato.



17 marzo 2014

Crêpes con salsa rosa light, insalata e semi





In queste miti giornate, che fanno pensare alla primavera anche se in realtà ancora non lo è, è piacevole mangiare una bella insalata, se poi viene adagiata su delle crêpes e diventa un piatto unico, diventa un pasto perfetto.
Sto preparando spesso il formaggio che vi ho proposto QUI ,e lo sto utilizzando per diverse ricette. Ho provato anche a diminuire le dosi di aceto mettendone solo due cucchiai, e il risultato non cambia. 
In questa ricetta l'ho aggiunto ad un' insalata arricchita con noci, semi ed una salsina rosa in versione light che dona un tocco di cremosità al tutto.
Non mi resta che passare alla ricetta e augurarvi una serena giornata!





INGREDIENTI per 4 crêpes: 1 uovo, 80g di farina 00, 160ml di latte, sale.
per la salsa: 250g di ricotta vaccina, 4 cucchiai di passata di pomodoro, 4 cucchiaini di aceto balsamico, erba cipollina, sale, pepe, latte.
per l'insalata: un ceppo piccolo di lattuga ( o un'altra insalata), 150 g di formaggio che trovate QUI ( o del primo sale), alcune noci sgusciate, 2 cucchiai di semi di girasole, olio di oliva, sale,pepe.

In una ciotola versate la farina con il sale. Unite l'uovo e aggiungete il latte a filo, sempre mescolando. Fate scaldare una crêpière o una padella antiaderente che avrete oliato, e versate un mestolino di composto. Con l'aiuto dell'apposito stendi-crèpes stendete l'impasto in modo uniforme. Appena sarà dorata, giratela con l'aiuto di una spatola. Preparate nello stesso modo le altre tre.
In una ciotolina mettete tutti gli ingredienti per la salsa e mescolateli fino a formare una crema. Se dovesse essere asciutta, aggiungete un paio di cucchiai di latte.
Sistemate ogni crèpes su di un piatto e aggiungete la salsa, l'insalata che avrete lavato, il formaggio, le noci tritate grossolanamente, i semi di girasole, e completate con un filo d'olio e una grattugiata di pepe.





14 marzo 2014

Crostata alle mandorle e mele




Oggi vorrei usare questo post per fare una precisazione riguardo ad una mia ricetta" blinis con patè di broccoletti" pubblicata sulla rivista " fiorfiore in cucina" della coop. Purtroppo c'è stato un errore nella pubblicazione degli ingredienti: sono stati aggiunti 130g di zucchero nella base dei blinis, inesistenti nella mia ricetta originale. Ormai l'errore è fatto, ma almeno qui, nella mia casa virtuale, posso informare voi che mi seguite!
Passiamo alla ricetta....

Ormai avrete capito che i dolci semplici, sia negli ingredienti che nella preparazione, sono parte integrante della mia cucina. Così come usare la frutta secca nei dolci, che è diventata per me un'abitudine.
In questa crostata ho usato le mandorle nell'impasto base, con i loro grassi naturali aiutano a dare crocantezza alla pasta senza dovere esagerare con burro o olio. Se aggiungiamo le mele, limone e cannella, ne uscirà una torta che, per me, e tra le più buone che ci siano.
Per le mele in superficie, ho disegnato su di un foglio una mela, l'ho ritagliata, e l'ho usata come sagoma.   
Un buon fine settimana a tutti!







INGREDIENTI: 200g di farina 00, 60g di zucchero di canna, 50g di mandorle tritate finemente, un uovo, 4 cucchiai di olio di riso o girasole, un cucchiaino di lievito per dolci, vino bianco, 3-4 mele, 40 g di zucchero di canna, un cucchiaino di cannella in polvere, un limone.

In una ciotola mettete la farina con lo zucchero, le mandorle e il lievito. Aggiungete l'uovo, l'olio e vino bianco fino a formare un impasto liscio e morbido. Copritelo e lasciatelo riposare per una mezz'ora.
Stendete circa 3/4 dell'impasto e sistematelo in una teglia rettangolare o una rotonda da 26 cm rivestita da carta forno. Sbucciate le mele, tagliatele a fettine, irroratele con il succo del limone e sistematele sull'impasto. In una ciotolina, mescolate lo zucchero con la cannella, la buccia grattugiata del limone e spargetelo sulle mele. Stendete l'impasto rimasto e, se non avete le formine, con un coltello ritagliate delle mele usando una sagoma di carta. Sistematele sulla crostata e mettete in forno caldo a 180°statico per circa 35-40 minuti.






con questa ricetta partecipo al contest la cultura del frumento


12 marzo 2014

Triangoli dal profumo orientale






Provo e riprovo sempre nuovi impasti, con poche uova, pochi grassi( i valori alti del colesterolo sono sempre in agguato!) e che mi soddisfino come consistenza prima e dopo la cottura. Oggi vi propongo un impasto a base di ricotta che mi è piaciuto moltissimo e che trovo perfetto per questi triangoli ripieni stranamente di una carne rossa. Credo sia la seconda ricetta postata che ha come ingrediente una carne non bianca. Forse perché non la amo molto, devo sempre un po' camuffarla con aromi vari o farci polpette.
Oltre alle diverse spezie, che danno alla carne un profumo orientale, ho aggiunto dei buonissimi cipollotti di tropea. Ci sarebbero stati bene anche dei peperoni, ma non essendo ancora stagione ho rinunciato all'idea.
Proverò questo impasto anche in versione dolce e vi farò sapere!
Una serena giornata a tutti!




INGREDIENTI per 12 triangoli
per la base:
250g di farina 00
250g di ricotta vaccina 
30ml di olio  di girasole
un cucchiaino di lievito per torte salate
sale 
per il ripieno:
350g di carne trita di manzo
100g di fiocchi di latte
un uovo
2 cipollotti
2 foglie di alloro
paprica, cannella, noce moscata, a piacere
2 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale
pepe
latte

Mettete in una padella i cipollotti tagliati a rondelle, compresi i gambi verdi, con la carne trita, le foglie d'alloro e un filo d'olio. Fate rosolare fino a quando la carne sarà cotta. Lasciate intiepidire, aggiungete tutti gli altri ingredienti e mescolate.
In una ciotola impastate tutti gli ingredienti per la base fino a quando avrete un impasto omogeneo.
Stendete l'impasto alto circa 3mm e ritagliate dei quadrati di circa 12cm. Mettete in ogn'uno un cucchiaio di carne, richiudeteli formando dei triangoli e sigillateli bene schiacciando i bordi. Sistemateli in una teglia rivestita da carta forno e spennellateli con del latte. Mettete in forno caldo a 180° ventilato per 15 minuti circa.


10 marzo 2014

Oggi vi porto a scuola di cucina: noodles e ravioli cinesi





Oggi vi porto, anche se solo virtualmente, in Malesia, paese in cui mio marito vive per alcuni mesi l'anno (quest'anno per 6 ), e precisamente vi porto in una cucina cinese. Tenete presente che questo è un paese dove convivono molteplici culture, religioni e cucine.  I pasti di mio marito spaziano da quelli cinesi, giapponesi, indonesiani, fino ad arrivare a mangiare la nostra carbonara, ovviamente in versione cinese.
Conoscendo la mia passione per tutto ciò che riguarda il cibo, mi ha inviato i filmati che vi propongo oggi. Anche se le riprese non sono perfette perché girate con un cellulare attraverso delle vetrine, ho voluto comunque condividerli con voi, perché trovo che la velocità, manualità, pazienza e precisione delle mani di questi giovani cuochi (non so se lo sono ma meritano questa definizione), è sicuramente da premiare.

Come ricetta vi propongo dei noodles alle verdure, che naturalmente ho acquistato e non ho pensato neanche minimamente di prepararli con le mie manine, altrimenti adesso sarebbero spiccicati al soffitto dopo avere provato la magica rotazione che avete visto nel filmato.
Ho cercato di chiedere a mio marito alcune ricette, almeno alcuni ingredienti, ma le sue spiegazioni sono molto vaghe, penso preferisca non indagare e non soffermarsi troppo sui contenuti dei suoi pasti. Legge della soppravvivenza!!!





video


video



La ciotola che vedete nelle foto è una creazione del mio super papà.





SPIEGAZIONE: tagliate circa 250g di petto di pollo a pezzetti e fatelo rosolare in un wok o una padella con dell'olio di mais o girasole. Tagliate un paio di cipollotti a rondelle e un paio di carote a julienne. Io ho aggiunto un cavolo cinese tagliato a striscioline, ma potete sostituirlo con un'altra insalata, o con delle zucchine o germogli di soia. Aggiungete le verdure al pollo e fate cuocere per alcuni minuti. Le verdure devono rimanere croccanti. Lessate, secondo le indicazioni riportate sulla confezione, circa 340g di noodles di frumento o quelli che preferite e aggiungeteli alle verdure. Fate saltare il tutto e aggiungete della salsa di soia a vostro piacere. Serviteli subito perché tendono ad attaccarsi.






05 marzo 2014

In cucina non si spreca nulla! Mezze maniche con funghi e speck





Sono alcuni giorni che questa pasta aspetta di essere postata, e considerando il suo gusto deciso e la velocità con cui si prepara, mi sarebbe dispiaciuto non proporvela. L'idea è nata dall'esigenza di usare alcuni funghi secchi da smaltire e dello speck avanzatomi dalla ricetta dei ravioloni che vi ho proposto QUI. Mancava un tocco di colore, ed ecco che sono apparsi anche i piselli.
È così che nascono alcune ricette capaci di conquistare, nate da ingredienti che spesso si hanno in cucina e messi da parte o addirittura sepolti da tanti altri nuovi acquisti. Cerchiamo di usare tutto in cucina e di non sprecare nulla!






INGREDIENTI: 320g di mezze maniche, 100g di piselli, 60g di speck, 40g di funghi porcini secchi, 2 cucchiai di passata di pomodoro, 2 mestoli di brodo vegetale, uno spicchio d'aglio, 1 cucchiaino di fecola di patate, un rametto di rosmarino.

Mettete i funghi a bagno in acqua tiepida. In una capiente padella, mettete un filo d'olio con l'aglio, lo speck e fateli rosolare. Aggiungete la passata, i funghi e il rosmarino tritato. Diluite con il brodo vegetale (tenetene da parte una piccola parte)  e lasciate cuocere a fuoco basso fino a quando i piselli saranno teneri. Se dovesse asciugarsi, aggiungete altro brodo. Sciogliete la fecola nel brodo avanzato, aggiungetela al sugo e aggiustate di sale. Lessate la pasta e unitela al sugo. Servite subito con un'abbondante macinata di pepe.



03 marzo 2014

Crostatine al profumo di albicocche e con semolino

 


Per molti di noi crostata vuol dire: casa, famiglia, ricordi, infanzia, mamma, nonna, dispensa, coccole e confettura. È uno di quei dolci che tutti noi abbiamo mangiato almeno una volta nella vita, e che a lui abbiniamo molti momenti a noi cari.

Oggi vi propongo delle crostatine che hanno come base della frolla morbida con yogurt alle albicocche, e un ripieno di semolino, che mescolato alla ricotta, rimane morbido e cremoso.
Io ho usato yogurt e confettura di albicocche, ma potete sostituirli a vostro piacere con un frutto o un aroma diversi.

Un buon inizio di settimana a tutti!




INGREDIENTI: per la base:300g di farina00, 80g zucchero di canna, 125g di yogurt alle albicocche, 20ml di olio di girasole, 1/2 bustina di lievito per dolci, un uovo
per il ripieno: 500ml di latte, 125g di semolino, 350g di ricotta vaccina, 100g di zucchero di canna, scorza grattugiata di un limone, confettura di albicocche


In una pentola mettete a scaldare il latte con lo zucchero. Quando bolle, versate a pioggia il semolino, sempre mescolando, e fate cuocere per 5 minuti. Togliete dal fuoco, aggiungete subito la ricotta e la scorza del limone. *
In una ciotola mettete la farina con il lievito e lo zucchero. Aggiungete poi l'olio, lo yogurt, l'uovo e impastate il tutto.
Stendete l'impasto e ritagliate dei cerchi che sistemerete negli stampini che avrete in precedenza oliato. Mettete due cucchiaini di confettura e ricoprite con il semolino. Ritagliate dall'impasto avanzato delle striscioline che posizionerete sopra il semolino. 
Mettete in forno caldo a 180° statico per 25 minuti circa. Se fate una crostata grande aumentate il tempo di cottura e aspettate che si raffreddi completamente prima di tagliare le fette.


* Lasciatelo solo intiepidire prima di metterlo sulla base, se si raffredda non riuscirete più a livellarlo.








con questa ricetta partecipo al contest di la cultura del frumento