venerdì 23 ottobre 2015

Trofie con pesto alle erbe aromatiche




In questi giorni, in un programma alla radio, hanno parlato del fatto che non si fa più la lista della spesa. Ok, voi mi direte, ci sono cose più importanti al mondo. E no! Perché io mi sono sentita una donna d'altri tempi, una di quelle che fanno ancora la lista della spesa su di un foglietto riciclato, un po' stropicciato e scritta in modo strano: con i disegnini dei diversi tipi di fazzoletti che mancano in casa, o i vari detersivi, o comunque tutte quelle cose che non si comprano giornalmente, a parte frutta e verdura che compro un po' così, guardando la freschezza e i prezzi; tutto questo perché non mi piace lo spreco. E si, è proprio li che si arriva, perché in fondo, quando si compra così, un po' per caso, senza ricordarsi quello che potrebbe servire effettivamente, si comprano cose inutili e che alla fine vanno a male. Oppure in alternativa al classico foglietto ci sono delle applicazioni da scaricare sul telefonino, ok ,devo dire che io le trovo deprimenti, voto e sostengo il classico vecchio foglietto, utilissimo per fare una spesa economica e adeguata ai nostri bisogni. Una buona spesa a tutti!







INGREDIENTI: 320g pasta tipo trofie, 2 rametti di timo, 2 rametti di rosmarino, un mazzetto di erba cipollina, 20g mandorle sgusciate, 20g parmigiano reggiano, 6 pomodori secchi sott'olio, 2 cucchiai d'olio dei pomodori, 4 cucchiai d'olio d'oliva, sale grosso, pepe, un limone, mandorle e pomodori secchi per guarnire facoltativi.

Mettete in un mixer, o meglio in un mortaio, le mandorle con le erbe e tritate. Aggiungete il parmigiano, i pomodori, qualche granello di sale, pepe, l'olio e tritate. Se dovesse essere asciutto aggiungete uno o due cucchiai d'acqua fredda. Lessate la pasta, conservate dell'acqua di cottura, e versatela in un zuppiera dove avrete messo il pesto. Mescolate e aggiungete dell'acqua della pasta se necessario. Sistemate la pasta nei piatti e servite con mandorle tritate, alcuni pezzetti di pomodori secchi e la buccia grattugiata del limone.



8 commenti:

  1. Ti faccio una confessione cara Susy, io senza lista della spesa mi sento persa, non riesco a comprare nulla e mi perdo nelle scaffalature. Anche la mia e su foglietti reciclati e con freccine e disegnini ma non potrei mai sostituirla :-). Un piatto davvero speciale, chissà che profumo il pesto di erbe! Buon fine settimana cara!

    RispondiElimina
  2. Nella sua semplicità è un piatto molto gustoso !

    RispondiElimina
  3. Si decisamente, foglietto forever!
    ma io sono un caso patologico, riesco a dimenticare le cose anche se sono scritte sulla lista, non so, mi distraggo, oppure mi cade la lista. Ogni tanto la ritrovo, nel banco frigo o sperduta nella corsia del supermercato ahahahahah!
    Sono anche quella che mette la sua roba nel carrello degli altri ( accidenti compriamo tutti le stesse cose! però mi capita di trovare corpi estranei anche nel mio) Sono quella che "oddio dove ho lasciato il carrello"
    E' che ho sempre la testa altrove...o forse un principio di Alzheimer? Aiutoooo!
    Ma per fare questo piatto non ho bisogno di liste e supermercati, mi basta passare dal giardino!
    Deliziosa!

    RispondiElimina
  4. Voto e sostengo anch'io il mitico foglietto, non vado a fare la spesa senza la lista :)
    Molto gustoso il tuo piatto di trofie, mi piace il tocco croccantino delle mandorle, ci stanno benissimo!!!
    Un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
  5. Un'amica mi ha detto che il foglietto è da vecchia, ma sinceramente non mi interessa, le cose importante sono scritte tutte su carta!!!! Sai non sono una grande estimatrice del rosmarino (a parte che sulle patate), ma mi piacciono questi abbinamenti

    RispondiElimina
  6. anche io la faccio la lista della spesa, rigorosamente su foglietto di carta strappato da un vecchio quaderno o ritagli. qua la mano! Ottime le tue trofie, ottime davvero!

    RispondiElimina
  7. ...poi perchè demonizzare sempre il "vecchio" io non capisco bah!

    RispondiElimina
  8. Ciao Susy,
    ho scoperto il tuo blog grazie a Simona di "Pensieri e Pasticci" che ti citava in una sua ricetta...e devo dire che non si sbagliava! Le tue ricette sono davvero bellissime!
    Vorrei seguirti ma non trovo l'elenco dei tuoi followers...Pazienza vorrà dire che tornerò spesso qui a dare un'occhiata!
    Se hai tempo di passare da me, mi trovi su www.ungirasoleincucina.blogspot.com
    Niente a che vedere con il tuo blog, ma una tua visita sarebbe un piacere :-)
    Spero a presto,
    Anna

    RispondiElimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, domande o chiarimenti che mi vorrete lasciare, saranno sempre graditi.^_^

_________________ INSTAGRAM _______ PINTEREST _______ BLOGLOVING _________________