martedì 27 gennaio 2015

Strudel di ricotta. Un dolce della tradizione ebraica.




Oggi, per il giorno della memoria, ho deciso di condividere con voi una ricetta della tradizione ebraica. Ovviamente la mia scelta non poteva che ricadere su questo strudel ripieno di ricotta. Una ricetta dalla preparazione semplice, che dico, semplicissima, che tutti, ma proprio tutti, anche i meno esperti in cucina, possono preparare. Io ho seguito alla lettera gli ingredienti e la preparazione indicati, ma volendo si può sostituire l'uvetta con altra frutta secca o con del cioccolato fondente. Il risultato finale è comunque delizioso!
Se volete saperne di più sulla storia e le origini di questo dolce, andate sul blog Labna dove ho preso la ricetta.




INGREDIENTI

Un rotolo di pasta sfoglia rettangolare, 250g di ricotta, 4 cucchiai di zucchero, un pugno di uvetta ammollata in acqua tiepida, un uovo, qualche goccia di vaniglia (io una bustina di zucchero vanigliato), cannella a piacere.


Sbattete l'uovo con lo zucchero per alcuni minuti. Unite la ricotta ben sgocciolata, l'uvetta, la vaniglia e la cannella. Mescolate e sistemate il composto sulla pasta sfoglia lasciando liberi i bordi. Ripiegate internamente i bordi più corti e arrotolate partendo dal lato più lungo formando un rotolo. Sigillate bene e spennellate con un po' di latte. Infornate a 180° statico per 25-30 minuti. Sfornate e fate raffreddare su di una gratella.



13 commenti:

  1. Mia mamma ci la faceva anche se non ne sapevamo che è dalla tradizione ebraica. Molto buono !

    RispondiElimina
  2. ..per non dimenticare...
    nemmeno a tavola!
    che sembra una sciocchezza, ma io trovo sia importante perseguire e tenere con se i ricordi di una memoria storica invadente ed invalidante...

    RispondiElimina
  3. Ciao Susy, buonissimo il tuo strudel, non sapevo che fosse una ricetta ebraica. Grazie per averla condivisa.

    RispondiElimina
  4. non sapevo che questo strudel delizioso appartenesse alla tradizione ebraica,grazie cara

    RispondiElimina
  5. Concordo con ciò che ha scritto Patalice "per non dimenticare nemmeno a tavola!"
    Delizioso questo dolce.

    RispondiElimina
  6. Ciao Susy, il dolce è delizioso e perfetto in questo giorno della memoria :)
    Buonissimo il ripieno si ricotta, brava!!!
    Un abbraccio, a presto...

    RispondiElimina
  7. uno strudel che mi son segnata e che sicuramente farò....
    un abbarccio cara e buonissima serata!

    RispondiElimina
  8. Buonissimo questo strudel, non sapevo che appartenesse alla tradizione ebraica!!
    Complimenti Susy!!
    Un caro saluto e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  9. Semplice ma buono ed in questa occasione ancora più buono per addolcire un po' i ricordi!!!
    Buon week end

    RispondiElimina
  10. Sarà anche semplice ma di sicuro è buonissimo! Lo proverò con la mia pasta sfoglia, poi ti dico. Buona serata

    RispondiElimina
  11. Ciao Susy! Ottima scelta :-). Un bacione

    RispondiElimina
  12. favoloso... ed ho giusto della ricotta fresca da utilizzare. Al posto della sfoglia, non troppo gradita ai miei figli, potrei usare la pasta frolla?

    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La frolla direi di no, forse meglio una brisè o una pasta per strudel. Grazie e un salutone Susy

      Elimina

Vi ringrazio per i vostri commenti, domande o chiarimenti che mi vorrete lasciare, saranno sempre graditi.^_^

_________________ INSTAGRAM _______ PINTEREST _______ BLOGLOVING _________________